RISARCIMENTO AEREO CAUSA MALTEMPO

Il risarcimento è previsto anche in presenza di circostanze che la compagnia aerea ritiene essere “ECCEZIONALI”, ovvero quelle circostanze che sono “al di fuori della responsabilità del vettore”, come ad esempio il maltempo.

Talvolta il maltempo non è causa eccezionale e la compagnia deve risarcire il passeggero.

Vediamo nel dettaglio le condizioni tali da poter ricevere un risarcimento in caso di maltempo:

  • Se non c’è un blocco totale dell’aeroporto e dunque gli altri voli partono con regolarità;
  • Se è stato registrato un ritardo di oltre 3 ore;
  • Se il volo è partito o atterrato nell’ U.E.;
  • Se avete effettuato il check-in con puntualità.

 

Se si verificano tali circostanze è possibile ottenere un risarcimento fino ad € 600,00 in base alla lunghezza della rotta aerea, in particolare:

  • Per tratte aeree che non superano i 1500 km ti spetta un risarcimento pari a € 250,00;
  • Per tratte aeree comprese tra i 1500 km e i 3200km ti spetta un risarcimento pari a € 400,00;
  • Per tratte aeree oltre i 3500 km ti spetta un risarcimento pari a € 600,00.

E’ chiaro dunque che spesso le compagnie aeree trovino una buona scusa per non riconoscere i diritti ai propri passeggeri.

Il maltempo è causa eccezionale e pertanto i passeggeri non hanno diritto a un risarcimento quando si verificano i seguenti casi:

  • CONDIZIONI METEO ESTREME: Neve, tempesta, pioggia ghiacciata e nebbia. In questo caso gli aerei devono restare a terra o posticipare il decollo.
  • NUVOLA DI CENERE: la nuvola di cenere riduce la visibilità per i piloti. In questo caso è necessario emanare divieti di volo.
  • FRONTE TEMPORALESCO: è uno dei fenomeni più pericolosi per il volo, perché ad esso sono associati formazioni di ghiaccio, forte turbolenze, fulmini, variazioni di pressione, etc.

Tali condizioni devono essere effettivamente accertate dall’autorità aeroportuale che provvederà al blocco totale dell’aeroporto, inoltre se in situazioni del genere gli altri voli partivano o decollavano non si può ritenere la sussistenza di circostanza eccezionale.